[10-05-2012]

AGRICOLTURA, SENATO APPROVA MOZIONE GRANDE SUD SU ACCORDO UE-MAROCCO


Con 192 voti favorevoli, nessuno contrario e 12 astenuti il Senato ha approvato la mozione promossa da Grande Sud riguardante la revisione dell’accordo tra l’Unione Europea ed il Marocco in materia di liberalizzazione della vendita dei prodotti agricoli e ittici di quel Paese.

“Il mantenimento di accordi economici di questo tipo – ha spiegato il senatore del movimento arancione Salvo Fleres, intervenendo nell’Aula di Palazzo Madama – danneggiano l’agricoltura e la pesca soprattutto delle ragioni del mezzogiorno, con particolare riferimento alla Sicilia, alla Calabria, alla Puglia ed alla Campania. Il voto del Senato – ha concluso – , conforme anche sulle altre mozioni presentate in materia, costituirà un elemento importante per la revisione del documento e l’introduzione di elementi perequativi di natura economica e fitosanitaria, a tutela degli agricoltori e dei pescatori del Sud”.

Nel dettaglio, la mozione di Grande Sud impegna il governo a impegna il Governo “ad attivarsi, nelle opportune sedi comunitarie, al fine di evitare i paventati effetti negativi che l’Accordo potrebbe produrre nei settori agroalimentare e della pesca, preminenti fonti di reddito per i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo – in particolar modo per le regioni del meridione d’Italia – in grado di garantire sviluppo e occupazione; ad adottare le opportune iniziative per salvaguardare i diritti degli agricoltori e il rispetto delle norme in materia di sicurezza alimentare, con particolare riferimento all’ambito delle garanzie sanitarie e fitosanitarie; ad assicurare, attraverso controlli doganali sui prodotti agricoli, l’equilibrio del sistema agricolo e a prendere misure che tutelino la produzione nazionale di qualità e consentano alla stessa un miglior accesso ai mercati internazionali”.

ACCOLTO UN MIO INTERVENTO, CLICCACI SOPRA PER LEGGERLO.

CAMPAGNUOLO (GRANDE SUD): TUTELARE IL MADE IN SUD, CONTRO LE IMITAZIONI.

LEGGI DOCUMENTO SENATO DELLA REPUBBLICA

Nessun commento.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *