[09-09-2015]

Campagnuolo e Di Nuzzi (Forza Italia), immigrati a Sant’Agata de’ Goti: il “bel Paese” sta morendo!


Campagnuolo, On.Carfagna e Di Nuzzi“Sono molteplici i problemi che affliggono la nostra Città e che in questi anni rimbombano nelle nostre orecchie intaccando l’antica pace e prosperità che faceva si che Sant’Agata de’ Goti fosse un “bel paese” .

-Questo è quanto affermano Il coordinatore Provinciale di Forza Italia, Evangelista Campagnuolo e Pietro Di Nuzzi, Coordinatore della Valle Caudina Forza Italia Giovani Benevento.

Uno tra tutti è quello della questione immigrati, che sempre più fa alimentare la paura di non essere più sicuri. Ne da dimostrazione il dentro d’accoglienza aperto a contrada Cantinelle; ivi non si vive più, i cittadini vivono in un’angosciante paura, non escono più di casa e soprattutto hanno paura per i loro figli. Ci sono state parecchie denunce da parte della comunità all’amministrazione Comunale, ma fino ad oggi nulla, solo qualche piccolo appello e interrogazione al consiglio comunale, ma alla fine il cento d’accoglienza funziona a pieno regime, l’atto di denigrazione continua.

Quindi la nostra domanda è semplice, perché non viene risolto diversamente, perché non si da sicurezza ai cittadini?? Probabilmente ci sono troppi interessi delle persone importanti che pensano al loro tornaconto e non si interessano dei problemi che affliggono il popolo, di coloro che hanno paura, di coloro che hanno una sola colpa, abitare vicino ad un centro di accoglienza.

Stessa sorte potrebbe capitare in frazione Bagnoli dove si sta pensando di aprire un centro di accoglienza addirittura al centro del paese, nella scuola Elementare, che prima con un ingente spesa di capitale è stata riportata agli antichi splendori, ma poi grazie al menefreghismo delle istituzioni è caduta in disuso. Ora la scuola elementare Rodolfo Vreduzzio potrebbe cambiare uso, potrebbe diventare un centro d’accoglienza. Il nostro appello e rivolto alle istituzioni Santagatesi, che per una volta ragionino con il cuore, ci sono bambini che giocano tutti i giorni nel campo di fianco la scuola; non possiamo denigrare anche stavolta, il popolo ha paura. Un centro d’accoglienza non puo’ essere aperto in un centro abitato. Non distruggete Sant’Agata, non distruggete Bagnoli.

Il nosto “bel paese” sta morendo, chi sa se forse un giorno i cittadini capiranno che c’è bisogno di una svolta significativa a questo scempio, c’è bisogno di una nuova politica che stia vicino al popolo, lontana dai palazzi del potere, una politica fatta dai giovani, capaci di riportare idee vincenti e linfa per far rivivere i vecchi splendori che ormai sono rimpiazzati da decenni di lacrime e amaro in bocca”.

Nessun commento.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *