La mia convinta adesione al movimento Lega Sannita si spiega con una sola motivazione: il mio grande amore per Sant’Agata dei Goti. Ho sempre intuito le sue grande potenzialità, spesso sfruttate solo in parte e per questo motivo mi sono ripromesso di dare un giorno il mio contributo. E’ grande il desiderio da parte mia di cambiare le carte in gioco, facendo dei giovani e delle loro idee innovative una priorità, coinvolgendoli, rendondoli giorno dopo giorno cittadini consapevoli e partecipi delle problematiche della comunità. Ciò che mi addolora è la sfiducia ma in particolar modo il disinteresse che spesso provano i giovani verso la politica, una sorta di avversione che oggigiorno li rende sempre più distanti.

Lega Sannita coinfluisce in Forza del Sud: una tappa decisiva, dovuta, d’obbligo. Alle rivendicazioni del Sannio si uniscono quelle di tutto il Meridione, spesso sfruttato e il più delle volte messo in secondo piano ingiustamente e considerato distrattamente, del quale si ignorano le innumerevoli possibilità e punti di forza che finalmente protrebbero determinarne il decollo.
Forza del Sud si configura come un progetto di ampia portata, radicato sul territorio, che decide di indagarne problematiche e peculiarità, per cancellare le prime e valorizzare le seconde, oltre che dare voce ai giovani, accogliere le loro idee, coinvolgendoli , motivandoli , rendendoli partecipi, aggirando quella barriera e quell’avversione che tutt’oggi li rende distanti. Per questo motivo esprimo grande soddisfazione: è arrivato il momento di cambiare le carte in gioco.